Pasqua 2021

colomba della pace picasso

 
 

Il mondo è un immenso pianto, ma è anche un immenso parto. DI vita, di speranza, di lacrime asciugate.
Come suggerisce Blaise Pascal, ciò in cui crediamo è la vittoria della croce, che è la vittoria della vita, la vittoria dell'amore che è più forte della morte.

Con questi sentimenti la Direzione e la Segreteria della Scuola di Musicoterapia augurano a tutti BUONA PASQUA.

 

Corso di Musicoterapia e Covid19

Carissimi, siamo contenti di informarvi che il Corso di Musicoterapia 2021 si svolgerà dalla mattina dell'11 luglio alla sera del 24 luglio. Allo stato attuale della pandemia, la Direzione, assicurando la continuità dell'esperienza formativa, prevede lo svolgimento del Corso nella modalità a distanza. Se la situazione dovesse evolvere rapidamente in senso positivo, si prenderà in considerazione l'eventualità del Corso in presenza. In qualunque caso vi aspettiamo!

La Direzione

AntonioS

 
 

Don Antonio Sartori, nato a Londra nel 1925, si è spento all'alba di martedì 16 febbraio a 95 anni.

Presente in Cittadella dalla gioventù, fa la promessa di Volontario nel 1963 e viene introdotto nel Gruppo Musica ove si dedica alle edizioni fonografiche e alla promozione di serate musicali, concerti e audizioni sia in Cittadella, sia nelle città ove si svolgevano le missioni della PCC.

In atmosfera conciliare, sente il desiderio e l'urgenza di portare un vivace rinnovamento nella musica liturgica e collabora con autori moderni (Marcello Giombini, Mario Piatti, Gino Stefani e altri) per educare i giovani e coinvolgerli nelle celebrazioni liturgiche. Ha insegnato all'Istituto Teologico di Assisi "Musica e Liturgia" 

Dal 1981, anno della fondazione della Scuola di Musicoterapia, ne è corresponsabile con Nora, Adelaide e Nena.

Si è distinto per la cordialità semplice e profonda che da sempre lo ha caratterizzato, il modo cordiale e fraterno con cui ha avvicinato allievi e docenti del Corso e in particolare i bambini e le famiglie ospiti in Cittadella.

Durante il Corso di Luglio trascorreva la giornata nella saletta ove si trovavano i libri di testo. Ciò gli consentiva di avvicinare tante persone con cui instaurava un rapporto di conoscenza, di confidenza che molte volte volgeva in amicizia.

In questi ultimi anni viveva nella nostra infermeria amorevolmente assistito da alcune collaboratrici che lo ricordano sereno e sorridente nonostante l'infermità.

Di lui portiamo riconoscenza per la sua testimonianza di vita; per il dono di una grande ricchezza umana e il profondo senso di amicizia; per la sua capacità di valorizzare ogni persona presentando un Dio che ama e salva tutti; per il suo humour inglese con cui sapeva alleggerire le situazioni complesse e portare chiunque a guardare in alto, verso ciò che conta veramente.

"Amen" da tempo era rimasta l'unica parola che ripeteva e che gli veniva alle labbra per abbandonarsi al suo Signore.

Don Antonio intercedi per noi che insieme a te vorremmo poter cantare sempre: AMEN, AMEN, AMEN, ALLELUJA.

La Scuola di Musicoterapia